Phylica ericoides

Fillica

Disponibile in vivaio? SI

Famiglia

Rhamnaceae

Orgine

Africa

Tipo Pianta

Calendario

GEN, FEB, SET, OTT, NOV, DIC

Esposizione

Pieno sole

Terreno

Predilige un terriccio sciolto, soffice e molto ben drenato

Descrizione Phylica ericoides

ama i luoghi luminosi e soleggiati per molte ore al giorno.
Resiste alle temperature alte dell’estate mentre non tollera i venti freddi e le temperature invernali troppo rigide.

Irrigazione Phylica ericoides

le pianta di Philica coltivate a dimora vanno irrigate ogni 20 giorni in estate e nei periodi di prolungata siccità

Cura Phylica ericoides

in autunno si consiglia di interrare ai piedi dell’arbusto dello stallatico maturo per assicurare un adeguato riposo vegetativo della pianta e favorire l’emissione di nuovi getti nella primavera successiva. La pianta è resistente agli attacchi degli afidi e della cocciniglia. Se il clima è troppo umido o piovoso è soggetta a malattie fungine e al marciume delle radici a causa dei ristagni idrici.La pianta va rinvasata in primavera quando lo spazio disponibile al suo sviluppo è ormai limitato e le radici fuoriescono dai fori di drenaggio dell’acqua di sgrondo delle annaffiature. Si estrae la pianta dal terreno e la si trasferisce in un vaso più grande del precedente e si rifonde terriccio nuovo, soffice e ben drenato. La potatura della Philica va fatta in primavera un po’ prima del risveglio vegetativo. Con attrezzi datti ben affilati e disinfettati si recidono gli steli secchi, quelli danneggiati e si accorciano di circa i 2/3 quelli troppo disordinati al fine di per conferire un’armonia di forma alla chioma.

Impieghi Phylica ericoides

pianta resistente alla siccità e alla salsedine e per questi motivi viene utilizzata a scopo ornamentale per creare macchie di colore anche nei giardini costieri

Phylica-ericoides

Tutte le informazioni su questa pagina sono di proprietà di florinfo concessione
della Garden House per offrire un servizio migliore alla propria clientela. 

[]
×
0